Neeti Narula: Ispirare la pratica attraverso la speranza

Posted in inspire |
Neeti Narula: Inspiring the Practice Through Hope

IL CONTESTO

Manduka è nata dal semplice concetto di creare una fondazione per sostenere coloro (insegnanti, studi, guide della comunità) che ispirano la pratica. Gli insegnanti e gli studi di yoga ispirano più di quanto possano mai sapere. Diventano persone e luoghi di familiarità, conforto, comunità e gioia. Aiutano a creare forza nel caos. Ci spingono quando è necessario e ci concedono spazio quando è meglio. Facilitano i nostri "momenti" dentro e fuori dal tappetino.

Semplicemente, sono la nostra ispirazione. 

Per questo motivo, oggi siamo orgogliosi di lanciare la nostra campagna "Ispira la pratica". Nei prossimi mesi, celebreremo insegnanti e studi da New York City a Santa Barbara, CA, a Reno, NV, raccontando le loro storie. Poiché hanno imparato a conoscerci, ora chiediamo di loro. Chi sono? Perché fanno questo lavoro? Qual è la loro missione? Cosa li fa ridere? Che musica gli piace? Cosa gli piace fare quando non sono alla guida delle nostre comunità? Cosa li ispira?

Manduka è grata alle migliaia di insegnanti e studi che fanno del loro lavoro una parte della loro vita per creare un santuario in cui muovere il corpo, liberare la mente e trovare la pace. Anche se per un momento, vi onoriamo e vi diciamo grazie peraver ispirato la pratica.

L'ispirazione è ciò che ci unisce per rendere noi stessi e questo mondo un posto migliore.

Intraprendiamo insieme questo viaggio per celebrare quelli che#InspirethePractice.

PERCHÉ SIAMO ISPIRATI

Neeti Narula è una guida di yoga e meditazione e direttrice del Mindful Movement presso THE WELL a New York. Le sue lezioni si ispirano a varie scuole di yoga. È nota per l'insegnamento di lezioni basate sull'allineamento e infuse di dharma tematico e filosofia yoga. Neeti crede che il modo in cui ci si muove e si respira sul tappetino dia forma al modo in cui ci si muove e si respira nella vita. È possibile praticare con lei di persona presso THE WELL o Modo Yoga NYC. Per saperne di più su Neeti, date un'occhiata al suo profilo Instagram@neeti.narula.

INCONTRA NEETI

Nome: Neeti Narula

Residenza: New York City, New York

Occupazione: Guida di yoga e meditazione

Causa: Fondazione Desai

NELLE SUE PAROLE

Se dieci anni fa mi aveste chiesto cosa mi ispira a praticare lo yoga, non so se avrei potuto dirvi molto di più di "mi fa sentire un po' meglio".

Avevo vent'anni, ero in lutto per la perdita di mio fratello di 27 anni e stavo facendo del mio meglio per continuare l'ambizioso percorso di carriera nel settore finanziario che avevo intrapreso dopo la laurea.

Ripensandoci ora, dopo migliaia di ore di formazione per insegnanti e di studio dello yoga, ciò che ispira la mia pratica mi è molto più chiaro: sto praticando per la vita.

Ispirare la pratica Neeti Narula Yoga

 

Vagare in una connessione con la pratica

La prima volta che mi sono veramente connessa alla pratica fisica dello yoga è stato qualche mese dopo la morte di mio fratello. Avevo fatto tutti i passi verso la guarigione che dovevo fare: andavo da un terapeuta specializzato in traumi, passavo del tempo con amici e familiari, mi immergevo nel lavoro nella speranza di distrarmi.

Stavo facendo tutto il possibile per far passare il più velocemente possibile i giorni in anni. Avendo perso mio padre a 8 anni, ho avuto la sfortunata preveggenza di sapere che il passare degli anni era l'unica cosa che poteva potenzialmente tentare di attenuare (o almeno seppellire) il dolore della perdita. Guardando indietro, ora vedo che stavo facendo tutto il possibile per sfuggire al momento presente. Il presente era semplicemente troppo doloroso per me da gestire.

In qualche modo, durante questo periodo, mi sono imbattuta in un corso di yoga a donazione nel centro di Manhattan. Mi è stato chiesto di riporre i miei effetti personali negli armadietti vicino alla porta, di pagare in contanti e di cambiarmi in abiti da yoga in quello che era essenzialmente un armadio sovraffollato.

La stanza era soleggiata e calda. C'era un odore muschiato di sudore e incenso che è rimasto sui miei abiti da yoga quando sono uscita, anche dopo averli lavati. Durante la prima lezione, mi guardavo disperatamente intorno per seguire la sequenza. Mi sentivo impacciata, esposta e persino vulnerabile. Ma allo stesso tempo mi sentivo completamente anonima. Nessuno intorno a me conosceva la tristezza che si celava sotto lo sforzo di ogni piccolo movimento che chiedevo al mio corpo di fare, e questa nozione era molto liberatoria.

Quando finalmente siamo arrivati alla parte di lezione a terra, l'angoscia e la vulnerabilità di cercare di seguire la lezione si sono attenuate. Mi sentivo meno visibile sul pavimento e, col senno di poi, essere bassa a terra e sostenuta mi aiutava a sentirmi al sicuro.

Mentre ero sdraiata sul pavimento di legno soleggiato sul mio tappetino muschiato affittato, ho seguito le istruzioni dell'insegnante con un po' meno confusione e preoccupazione. Mentre fissavo il soffitto bianco e vuoto con le lampadine a vista, ricordo quello che deve essere stato un millisecondo di silenzio assoluto. Non solo nella stanza, ma anche nella mia testa. Grazie a questo fugace momento, per la prima volta dopo mesi mi sono sentita come se potesse essere possibile provare di nuovo speranza. E questo è stato sufficiente per farmi tornare al mio tappetino, con il suo profumo muschiato e tutto il resto.

Ispirare la pratica Neeti Narula Yoga Manduka

Praticare con uno scopo

Iniziai a praticare lo yoga in stile vinyasa alcune volte alla settimana. Mi sentivo in sintonia con il passato veloce e ho scoperto che il suo vigore mi aiutava ad avere appetito in un momento in cui anche mangiare mi sembrava un compito difficile da portare a termine a causa del mio dolore.

Mi sono ritrovata a godere del tempo trascorso sul tappetino un po' di più ogni settimana che passava. Con il tempo, sono diventata un po' più fiduciosa che un giorno le cose sarebbero potute tornare normali. Lo yoga mi stava lentamente dando la speranza che sarebbe stato possibile godersi di nuovo la vita.

Guardando indietro, cosa stava succedendo?

Guardando indietro, mi rendo conto che lo yoga mi stava mostrando come affrontare il disagio delle circostanze attuali della mia vita. Molte delle posizioni fisiche dello yoga non sono facili. La prima volta che ho praticato un asana è stato come se l'istruttore mi dicesse cosa fare in inglese, ma io dovessi rispondere in una lingua completamente diversa.

Per mantenere la calma e la stabilità nei momenti di estremo disagio, dobbiamo coltivare strumenti che ci aiutino a superare il disagio del momento presente. I praticanti di yoga si affidano a elementi come il respiro, lo sguardo e le tecniche meditative per aiutare a regolare il nostro sistema nervoso e quindi ad applicare quel senso di calma a momenti sui nostri tappetini che sembrano proprio il contrario.

Ispirare la pratica Neeti Narula Yoga Manduka 1

Praticare yoga significa allenarsi per affrontare le curve della vita.

Quando si coltivano e si praticano questi strumenti sul tappetino, essi iniziano ad accompagnarci nella vita. Il modo in cui ci muoviamo e respiriamo sul tappetino ha il potere di plasmare il modo in cui ci muoviamo e respiriamo nella nostra vita. Ogni momento è un'opportunità per osservare e conoscere la nostra natura e le nostre reazioni. Quando portiamo con noi questa conoscenza fuori dal tappetino e nella nostra vita, siamo in grado di vivere la nostra pratica.

Ispirare la pratica Neeti Narula Yoga Manduka 2

Nelle mie lezioni, durante l'ultima savasana, ricordo spesso agli studenti che, anche se questa è l'ultima postura della lezione, è in realtà il punto in cui credo inizi la pratica. Questa posizione finale di riposo è il ponte tra ciò che pratichiamo sul tappetino e ciò che pratichiamo nella nostra vita. Ispirare la pratica significa ispirare la propria vita.

Segui Neeti

ASCOLTA


Condividere le buone vibrazioni e i migliori tappetini, abbigliamento e attrezzature per lo yoga dal 1997.

Condividere le buone vibrazioni e i migliori tappetini, abbigliamento e attrezzi per lo yoga dal 1997. #ispirarelapratica

Related Products

Liquid error (templates/article.related-products line 3): Could not find asset snippets/article-schema.liquid